A decorrere dal 27 aprile 2012 stato costituito il Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche nel quale sono confluiti il Dipartimento di Studi Sociali e Politici e il Dipartimento di Studi del Lavoro e del Welfare.


Il sito del nuovo consultabile all'indirizzo http://www.sps.unimi.it


ENGLISH - WAI - HOME  

















SERVIZI  » Centro Documentazione  » Regolamento

REGOLAMENTO


1. Generalità

Il Centro di Documentazione è un’unità operativa permanente del Dipartimento di Studi Sociali e Politici, istituita per gli scopi di cui agli artt. 1 e 10 del regolamento dello stesso, e si configura come struttura bibliografica e documentale specializzata, non autonoma dal punto di vista finanziario. Il Dipartimento provvede pertanto alle spese di funzionamento della struttura con dotazione propria. Il Centro raccorda, di norma, le proprie funzioni con quelle delle Biblioteca Centrale di Scienze Politiche.

2. Indirizzo e gestione

L’indirizzo, la programmazione e il coordinamento delle attività del Centro sono affidati ad un’apposita Commissione, i cui membri sono designati dal Consiglio di dipartimento, presieduta da un docente di ruolo, che svolge altresì le funzioni di Responsabile Scientifico su nomina del Direttore. La Commissione resta in carica tre anni. La normale gestione tecnico-amministrativa della struttura è affidata al bibliotecario, appartenente alla categoria del personale non docente dell’area delle biblioteche. Egli inoltre partecipa alle riunioni della Commissione con funzioni consultive e di segretario.

3. Accesso e utilizzo delle strutture

L’accesso alle raccolte documentarie, ai servizi strutturati di consulenza e ricerca bibliografica ed al prestito è consentito di diritto a tutto il personale docente e non docente del dipartimento, nonché a dottorandi e assegnisti. Gli studenti dell’Ateneo e gli utenti esterni non sono ammessi al prestito (se non provvisti di malleveria di un docente del dipartimento), ma possono consultare, previa identificazione, il materiale librario e documentario in uno spazio di lettura appositamente attrezzato durante gli orari di apertura del Centro ed avvalersi dei servizi di consulenza e ricerca bibliografica su appuntamento. Non sono comunque oggetto di prestito per entrambe le categorie di utenza: - le opere generali di consultazione (dizionari, enciclopedie, cataloghi) - il materiale audiovisivo e i CD-Rom - i volumi di particolare valore.

Gli utenti possono effettuare fotoriproduzioni o copie in formato elettronico del materiale librario e documentario offerto esclusivamente per motivi di studio e ricerca personale, a fini non commerciali, nel rispetto della legislazione vigente in materia di diritto d’autore. Sono esclusi dalla copia i documenti da proiettare a video, il materiale audio, la letteratura non convenzionale a circolazione controllata e tutte quelle opere per cui la riproduzione e l'utilizzazione è stata espressamente riservata.

E’ stabilito che chiunque arrechi danno al patrimonio del Centro (deterioramento, smarrimento o mancata restituzione del materiale nei tempi previsti) è tenuto al risarcimento dello stesso provvedendo a proprie spese alla sostituzione, oppure rimborsando il Centro secondo il prezzo aggiornato dell’opera.

Membri della Commissione:
Marco Maraffi, direttore scientifico
Marco Giuliani, rappresentante personale docente
Monica Santoro, rappresentante docenti in commissione Biblioteca di Facoltà
Paolo Ornaghi, bibliotecario


A cura di: Paolo Ornaghi - 17-11-2008 
Via Passione, 13 - 20122 Milano, tel. +39.02.503.21220, fax +39.02.503.21240